Lo sviluppo di un’app è una mossa efficace, ma solo se fatta secondo criteri ben precisi.

 

Il 2016 ha rappresentato un boom per le applicazioni mobile, con 100 miliardi di download in tutto il mondo e altri 270 previsti per l’anno prossimo. Questo trend, insieme alla diffusione di smartphone e tablet, è senz’altro un incentivo per le aziende che stanno pensando allo sviluppo di un’app per i propri servizi.

Mettere a disposizione degli utenti funzionalità e servizi aggiuntivi che possono sfruttare direttamente dal telefono è un ottimo modo per migliorare la loro esperienza con l’azienda e fidelizzarli ulteriormente. Ma, affinché sia effettivamente così, è necessario tenere conto di parecchi fattori, dalle esigenze degli utenti al tipo di piattaforma. ecco quindi 5 domande da porsi prima di procedere con lo sviluppo di un’app.

 

Per chi sviluppo l’app?

Che si tratti di offrire un servizio o semplificare un’operazione, la vostra app deve sempre avere un target ben preciso, poiché, a meno che non si tratti di un applicazione ludica, essa verrà usata da un gruppo specifico di persone. È quindi molto importante capire qual è questo gruppo e quali sono le sue necessità e priorità, soprattutto in relazione alla vostra azienda.

Per aiutarvi in questa operazione, immedesimatevi nei potenziali utenti per capirne le necessità, aiutatevi con gli eventuali riscontri e richieste che ricevete dal vostro target, oppure monitorate le richieste che arrivano a chi ha sviluppato un’app che mira ad un pubblico simile. Ma attenzione a non puntare troppo sull’ultimo punto, perché potreste compromettere la vostra iniziativa, come dimostra la prossima domanda.

Immagine correlata

 

Cosa stanno facendo gli altri?

Il mercato delle app è ormai vastissimo e avere un’idea originale è difficile. Visto che il rischio è quello di creare qualcosa di già visto, analizzate i vostri concorrenti e le loro app, le funzionalità che offrono e il modo in cui si muovono sul mercato. In questo modo sarò più semplice capire cosa funziona e cosa no, ancora prima di aver creato l’app.

Una volta individuati i loro punti di forza (soprattutto in relazione al pubblico di riferimento), sforzatevi di realizzare qualcosa di unico: l’identità dell’azienda e le caratteristiche dei vostri servizi e prodotti possono essere un elemento da sfruttare per differenziarsi dalla concorrenza e spiccare anche nei mercati più saturi.

 

Che vantaggi porterà la mia app?

Quando si offre un servizio, il focus non è il servizio stesso, ma il pubblico di riferimento e le sue necessità. Perciò, anziché concentrarvi sulle funzionalità, concentratevi sui benefici che l’app può creare e, in base a quelli, stabilite le sue caratteristiche per quanto riguarda strumenti e design.

Questo approccio può tornare utile anche ai fini del marketing, visto che è molto più efficace comunicare agli utenti di quali vantaggi godranno se scaricano l’app, piuttosto che limitarsi ad elencare le funzionalità e lasciare che siano loro a capire essa può essere vantaggiosa o meno.

 

Di quante risorse ho bisogno?

Sviluppare un’applicazione con determinate caratteristiche richiede una certa spesa, sia economica che di tempo. Confrontatevi con gli sviluppatori e i designer per capire la portata del lavoro e cercate di definire in maniera esatta tempi e costi.

Dal budget e dalle scadenze n0n dipende solo la realizzazione dell’app, ma anche tutto l’insieme di attività correlate (una su tutte, la pubblicità).

Risultati immagini per time and money

Qual è la piattaforma migliore?

Per rispondere a questa domanda è necessario tornare alla prima: in base al tipo di utenti ai quali vi rivolgete, alcune piattaforme potrebbero essere più indicate di altre. Generalmente, iOS e Android sono le più performanti; tuttavia, se vi state rivolgendo ad un pubblico che, per vari motivi, utilizza maggiormente Windows, allora sarà il caso di puntare su quel marketplace.

Se il budget e il target lo consentono, potete anche puntare su soluzioni cross-platform e coprire più sistemi operativi. L’importante è definire quelli su cui ci si vuole concentrare, in modo da muoversi di conseguenza anche per le azioni di marketing e aggiornamento.

 

 

Le risposte alle vostre domande

Anche se sapete quali domande farvi, trovare le rispsote giuste potrebbe non essere così semplice, specialmente se è la prima volta che vi lanciate nel mondo delle app. Ma niente paura, potete sempre affidarvi al servizio di sviluppo app di Datamatic Sistemi e Servizi.

Dallo studio degli utenti e del mercato, fino all’individuazione dell’aspetto grafico e delle funzionalità, il nostro servizio copre tutte le fasi di sviluppo per qualsiasi genere di applicazione, per fornire al pubblico uno strumento coinvolgente, unico e letteralmente a portata di man0.