Secondo le indiscrezioni, Twitter starebbe sviluppando una funzione per inviare i testi di oltre 140 caratteri in più tweet. Ma non è detto che la vedremo.

 

 

Per Twitter e i suoi utenti, la rimozione della barriera dei 140 caratteri è sempre stata un argomento molto dibattuto, con parecchi sostenitori da entrambe le parti. Dopo la modifica al conteggio dei caratteri, ecco che si profila un’altra novita: un sistema di pubblicazione multipla pensato per dividere in più tweet i testi superiori al limite. La nuova funzione è stata individuata da un utente chiamato Devesh Logendran e diffusa dall’account di Matt Navara di The Next Web.

 

 

Questa opzione, che prende il nome di tweetstorm (tempesta di tweet), non è nuova al mondo del social, dal momento che veniva già messa in pratica dal 2014: molti utenti sono stati in grado di creare post di questo tipo rispondendo in una determinata maniera ai propri tweet. Ma ora potremmo trovarci di fronte ad un metodo istituzionalizzato per allungare le proprie pubblicazioni.

 

 

Un’idea che potrebbe non nascere mai

 

L’introduzione di questo sistema potrebbe dare una svolta all’usabilità di Twitter, il cui algoritmo tende a dare meno visibilità ai post con poca interazione: avere post più lunghi e completi sarebbe un potenziale vantaggio per gli utenti che vogliono dare più spazio ai propri pensieri e creare così contenuti più interessanti. Ma dall’altra parte, c’è il solito rischio, ossia che si snaturi l’essenza del social, quella brevità e rapidità di informazione che lo hanno sempre contraddistinto.

 

Tuttavia, mentre in molti cercano di capire se e quando i tweetstorm verranno introdotti, il diretto interessato, ossia Twitter, non ha ancora fatto alcun commento a riguardo. Un fatto, questo, che potrebbe star a significare la scarsa priorità del progetto e la possibilità che esso non veda mai la luce.