Una nuova funzionalità per Facebook, che non smette di spaventare i suoi concorrenti: si tratta del pulsante del lavoro, che aiuta aziende e utenti ad interfacciarsi come su LinkedIn.

 

Se siete dell’idea che esista un social per le foto, uno per i video e uno per cercare lavoro, vi state sbagliando. Facebook potrebbe in un futuro non troppo lontano diventare la summa di tutto quello che avete in mente quando pensate ai social network. Pare infatti che Zuckerberg abbia pensato bene di implementare le funzioni della sua creatura introducendo una nuova funzionalità che aiuterebbe a cercare lavoro e a pubblicare annunci. Così, oltre al dilettevole, Facebook offrirebbe anche l’utile!

A diffondere la news è stato TechCrunch: pare che i gestori della Pagina Facebook abbiano trovato infatti una nuova sezione “Jobs” tra le già conosciute.

«Osservando le abitudini di tante piccole aziende solite pubblicare offerte di lavoro sulla relativa pagina, abbiano deciso di creare sezioni dedicate che consentono anche di ricevere e gestire le candidature degli utenti», ha spiegato un portavoce di Facebook al giornalista John Constine, autore dell’articolo di TechCrunch.

 

TechCrunch: il pulsante del lavoro su Facebook

 

 

 

Le novità principali per gli utenti

  • La prima si basa sui profile tag, quelle etichette note proprio grazie a LinkedIn in cui ogni utente definisce le proprie aree di competenza, che arriveranno presto sui profili Facebook per focalizzare il ruolo lavorativo. I profile tags potranno ricevere dei “Mi piace” dalla propria community di contatti, confermando così competenze e accreditando di fatto il CV.

 

  • La seconda e più rilevante riguarda le jobs tab, cioè la possibilità per le aziende di pubblicare annunci di lavoro e le posizioni aperte all’interno del proprio organico.

 

 

Facebook profile tags

 

Facebook profile tags

 

 

Maggiore attenzione ai contenuti condivisi!

Con questo strumento sarà facilissimo per le aziende ficcare il naso fra foto e post vari. Pensate che secondo una ricerca pubblicata da Adecco lo scorso anno e ancora fra le più complete nel settore, il 35% degli addetti alla selezione del personale boccia i candidati a causa di ciò che vede sui social! Il consiglio è quindi di prestare maggiore attenzione a ciò che si pubblica o si condivide, se dovesse capitare di inoltrare la propria candidatura via Facebook.

 

 

Come riconoscere gli annunci di lavoro su Facebook

Gli annunci di lavoro saranno graficamente differenziati dagli altri tipi di contenuti che scorrono nelle newsfeed degli utenti e saranno anche raccolti in una sezione a parte. Ci sarà il pulsante “Candidati Ora” con cui si potrà inviare il classico form precompilato. Le aziende riceveranno le candidature sotto forma di messaggio diretto, e questo rappresenta forse un punto debole per chi amministra le pagine aziendali: si potrebbe correre il rischio di sovrapporre richieste di chiarimenti o assistenza con i curricula dei candidati.