Il Politecnico di Milano e Trend Micro FTR hanno analizzato e rivelato i possibili rischi dell’industria 4.0 in materia di Cybersecurity.

 

L’innovazione tecnologica e l’espansione degli strumenti digitali (Cloud, Big Data, Internet of Things, Mobile e Social) portano vantaggi alla produttività e al progresso, ma allo stesso tempo richiedono attente riflessioni.

Sentiamo parlare sempre di più di industria 4.0 e le controversie che girano intorno ai robot sono in aumento. L’automazione industriale sarà il prossimo bersaglio dei cybercriminali in cerca di nuove fonti di guadagno.

L’eventualità che i robot industriali possano essere vittime di attacchi informatici, danneggiando i sistemi industriali e compromettendo anche la sicurezza del personale, diventa una minaccia reale.

 

Gli hacker colpiranno i robot

 

L’indagine condotta dal Politecnico di Milano e Trend Micro Ftr sottolinea il pericolo che corre la robotica per l’industria. La possibilità che gli attacchi hacker possano mirare ai robot, spiega il rapporto, è più reale di quanto si possa immaginare.

Nel 2018 ci saranno 1,3 milioni di robot nelle industrie di tutto il mondo, con un trend in crescita anche per gli anni successivi.

 

Più i sistemi diventeranno intelligenti e interconnessi maggiore sarà la superficie vulnerabile. I device utilizzati oggi (app, smartphone e altri punti di accesso) sono dotati di sistemi operativi deboli, con scarsi sistemi di sicurezza e autenticazioni facilmente aggirabili.

Alcune macchine moderne possono essere guidate a distanza, attraverso la Rete. Normalmente i robot sono affiancati comunque da esseri umani, non si può quindi sottovalutare la possibilità che un attacco possa causare danni fisici ai lavoratori.

 

Gli hacker colpiranno i robot

 

I possibili pericoli

 

Gli esperti dicono che le minacce potrebbero essere:

 

  • creazione di danni fisici;
  • sabotaggio di prodotti;
  • esfiltrazione di segreti industriali;
  • richieste di riscatto in cambio di soluzioni dei micro-difetti introdotti.

 

Per prevenire i danni è importante essere consapevoli fin da oggi di questi rischi, per lavorare nella giusta direzione, includendo lo sforzo di tutti gli addetti ai lavori, in particolar modo degli sviluppatori di software ed esperti di sicurezza informatica.